Warning: array_rand() [function.array-rand]: Second argument has to be between 1 and the number of elements in the array in /web/htdocs/www.sangiacomoapostolo.it/home/templates/lady_beetle/index.php(27) : eval()'d code(1) : regexp code(1) : eval()'d code on line 313

Warning: array_flip() [function.array-flip]: The argument should be an array in /web/htdocs/www.sangiacomoapostolo.it/home/templates/lady_beetle/index.php(27) : eval()'d code(1) : regexp code(1) : eval()'d code on line 314
Template
Template Template
Template domenica 28 agosto 2016 Template

VISITE TOTALI


MENU PRINCIPALE

Home
ATTIVITA'
INIZIATIVE
GRUPPI PARROCCHIALI
STAMPA PARROCCHIALE
LA PARROCCHIA
GALLERIA FOTOGRAFICA
GALLERIA VIDEO
TEATRO
SPORT
LINK
Contattaci
Cerca

VISITATORI DA STATO

 53 % United States
 24 % Italy
 15 % Germany
 < 1.0 % France
 < 1.0 % Brazil
 < 1.0 % Russian Federation
 < 1.0 % Ukraine
 < 1.0 % Japan
 < 1.0 % Sweden
 < 1.0 % Netherlands
 < 1.0 % China
 < 1.0 % United Kingdom
 < 1.0 % Unknown
 < 1.0 % Poland
 < 1.0 % Seychelles
 < 1.0 % Spain
 < 1.0 % Korea, Republic of
 < 1.0 % Switzerland
 < 1.0 % Romania
 < 1.0 % Portugal
 < 1.0 % Turkey
 < 1.0 % Canada
 < 1.0 % Australia
 < 1.0 % Norway
 < 1.0 % Czech Republic
 
Template
Avvisi della settimana
Scritto da Federica   

Come ogni anno per la festa di Santa Augusta, la nostra parrocchia è invitata a partecipare celebrando e animando la santa Messa delle ore 18.00 al Santuario. Tutti coloro che possono e che desiderano pregare la nostra Santa, vedano di partecipare. Alle ore 17.30 si partirà dalla scalinata e si reciterà il Rosario.

 

Il Parroco continua la visita alle Famiglie con la Benedizione di via della Seta, via Calesele, via Molini, via del Ponte, ….

 

Dal 22 agosto al 2 settembre ci sarà in parrocchia il GREST per i Ragazzi/e. E' un'attività promossa dai nostri Giovani. Quest'anno ci sarà la possibilità di fermarsi anche dalle ore 12 alle 15,00 per consumare il pranzo. Naturalmente il pranzo sarà “al sacco” portato da casa. Ci sarà in queste ore l'assistenza dei Ragazzi con degli animatori.

Sabato 27 agosto alle ore 19.00 in chiesa ci sarà la Santa Messa animata dai Ragazzi e Giovani che partecipano al Grest alla quale invitiamo Genitori, Nonni, Comunità tutta. Alla fine della celebrazione ci sarà un semplice rinfresco  e dei giochi organizzati sia per i Ragazzi/e che per i Genitori. SIETE TUTTI INVITATI A PARTECIPARE.

La traccia

Parrocchia di San Giacomo Apostolo

21 agosto 2016 n. 34

 

 LA PORTA STRETTA

 

La domanda circa l'accesso alla vita eterna suscita l'esortazione del  Signore allo sforzo, all'impegno deciso di entrare per la porta stretta, a percorrere il sentiero angusto che porta alla vita. Non si deve temere la correzione del Signore, come dice l'autore della Lettera agli Ebrei, giacchè egli ci accoglie come figli. Allora vedremo la gloria del  Signore. Sant'Agostino, in un brano del suo famoso libro Le Confessioni, narra l'azione misteriosa di Dio che ottenne la sua conversione: <<A trattenermi erano (…) le vanità  delle vanità, antiche amiche mie, che mi tiravano di sotto la veste di carne e sussurravano a bassa voce: “Tu ci congedi? Da questo momento non ti sarà più concesso di fare questo e quell'altro eternamente”. (…) Dilagarono i fiumi dei miei occhi, sacrificio gradevole per te, e ti parlai a lungo, se non in questi termini, in questo senso: “E tu, Signore, fino a quando? Fino a quando, Signore, sarai irritato fino alla fine? Dimentica le nostre passate iniquità”. Sentendomene ancora trattenuto, lanciavo grida disperate: “Per quanto tempo, per quanto tempo il “domani e domani”? Perchè non subito, perchè non in quest'ora la fine della mia vergogna?” Così parlavo e piangevo nell'amarezza sconfinata del mio cuore affranto. A un tratto dalla casa vicina mi giunge una voce, come di un fanciullo o fanciulla, non so, che diceva cantando e ripetendo più volte: “Prendi e leggi, prendi e leggi”. (…) Arginata la piena delle lacrime, mi alzai. L'unica interpretazione possibile era per me che si trattasse di un comando divino ad aprire il libro e a leggere il primo verso che vi avrei trovato (…) così tornai (…) dove avevo lasciato il libro dell'Apostolo all'atto di alzarmi. Lo afferrai, lo aprii e lessi tacito il primo versetto su cui mi caddero gli occhi. Diceva: “Non nelle crapule e nelle ebbrezze, non negli amplessi e nelle impudicizie, non nelle contese e nelle invidie, ma rivestitevi del Signore Gesù Cristo, né assecondate la carne nella sue concupiscenze”. Non volli leggere oltre, né mi occorreva. Appena terminata infatti la lettura di questa frase, una luce, quasi, di certezza penetrò nel mio cuore e tutte le tenebre del dubbio si dissiparono” (VIII, 11.12).>> Questa è la “via stretta” del Vangelo, che porta alla vita; è la strada di chi si lascia illuminare da una luce superiore ed è disposto a rinunciare al male, e a fare spazio a colui che si rivela alla nostra anima come Padre pieno di misericordia nei confronti delle nostre debolezze, e ci incoraggia a  camminare per un cammino stretto, ma estremamente fecondo.

 

LO SPIRITO CHE CI RIPARA

 

Vivere è l'infinita pazienza di ricominciare, che il profeta Geremia illustra così: "Scesi nella bottega del vasaio, ed ecco, egli stava lavorando al tornio. Ora, se si guastava il vaso che stava modellando, come capita con la creta in mano al vasaio, egli riprovava di nuovo e ne faceva un altro, come ai suoi occhi pareva giusto" (Ger 18,3-4). Il Vasaio non butta mai via la creta: non ti getta via, ti riprende in mano, ti rimodella con la forza paziente delle sue mani, guidato dal sogno di ciò che puoi diventare. Un detto rabbinico: per noi lavorare con vasi rotti è una sciagura; per Dio è un'opportunità.

Lui è venuto per le anfore spezzate, per i cuori infranti, sa come servirsene. Anzi, pare che le pietre scartate siano quelle che poi gli sono servite meglio tra le mani. Penso a Pietro, a Saulo, alla Maddalena, a sant'Agostino: noi siamo i vasi rotti di Dio.

Le anfore spezzate non possono più contenere l'acqua, ma possono essere disposte in modo da formare un passaggio attraverso cui l'acqua può scorrere libera e arrivare alla sete di altri. Invece che buttarli via, Dio ripara proprio quei cocci che a noi paiono inutili - misericordia è l'arte di riparare - , oppure li dispone in modo diverso, così che siano ancora utili alla missione santa dell'acqua.

"Dio può riprendere le minime cose di questo mondo senza romperle, meglio ancora, può riprendere ciò che è rotto e farne un canale" (Fabrice Hadjadi), attraverso cui l'acqua e il vino scorrano e raggiungano le persone che Lui ha posto a sedere alla tavola della mia vita.

Kintsugi è una tecnica dei ceramisti giapponesi: quando un vaso si rompe, le linee delle fratture vengono riempite d'oro. In questo modo la crepa non è occultata, ma valorizzata. L'oro viene usato come collante e quel corpo rotto si riempie di legami preziosi. Alla base di questa tecnica c'è la convinzione che quando un oggetto ha una storia, e ha subìto qualche ferita, diventa più bello. Qualcosa di simile accade anche per le persone.

Oro invece di una sostanza adesiva invisibile. E la differenza è tutta qui: occultare l'integrità perduta o esaltare la storia della ricomposizione? Fare come se niente fosse successo o inventare una festa per il figlio prodigo che torna? La misericordia trasforma le ferite della vita in feritoie: il Risorto si presenta ai discepoli con le sue ferite aperte, da cui, però, non sgorga più sangue, ma luce. Il nostro mondo fa fatica a fare pace con le crepe. "Spaccatura, frattura, ferita" sono percepiti come l'effetto visivo di una colpa. La nostra esistenza, la storia di ciascuno è invece integrità e rottura insieme, caduta e ripartenza, ri-composizione costante ed eterna.

E' attraverso la ferita, la fragilità, che il nuovo entra in noi, come per una ceramica del Kintsugi, come per certe icone dove una pietra scheggiata accoglie, in quel piccolo grembo, una goccia d'oro. Ed è la mite e possente energia dello Spirito creatore che non solo ci ripara, ma ci rende più belli di come eravamo. Nessuno autosufficiente, nessuno infrangibile. Là dove metti il tuo cuore, lì troverai la tua ferita. Che può diventare feritoia: le sole mie parole che hanno fatto bene a qualcuno sono quelle che prima mi hanno fatto soffrire: "C'è una meravigliosa provvidenza nelle spine" (eremo di sorella Maria di Campello). E' possibile rendere belle e preziose più di prima le "persone" che hanno sofferto o sbagliato: questa tecnica si chiama "misericordia".


 
La Torre di Veglia
Scritto da Federica   

Da oggi potete scaricare il numero di marzo-aprile 2016 de la Torre di Veglia

e leggere tutte le notizie sulla parrocchia!!!

 
Mese di Maggio: calendario per recita del Rosario
Scritto da Federica   
 
Mese di Maggio: il Rosario viene recitato nelle solite località con questi orari:
 
villaggio ore 15,30;
presso la chiesa di Sant'Antonio ore 17,00;
alla grotta alle ore 16,30; 
presso famiglia Barzotto in via Adige alle ore 15,30
 
Preghiera per la Conversione di S. Paolo
Scritto da Federica   
 
PREGHIERA PER LA CONVERSIONE
Gesù, sulla Via di Damasco sei apparso a San Paolo
in una Luce sfolgorante e hai fatto sentire la Tua Voce
portando alla conversione chi prima ti perseguitava.
 
Come San Paolo, mi affido oggi alla potenza del Tuo perdono,
lasciandomi prendere per mano da Te,
affinchè io possa uscire dalle sabbie mobili
dell'orgoglio e del peccato,
della menzona e della tristezza,
dell'egoismo e di ogni falsa sicurezza,
per conoscere e vivere la ricchezza del Tuo amore.
 
Maria Madre della Chiesa,
mi ottenga il dono della vera conversione
perchè quanto prima si realizzi l'anelito di Cristo
"Ut unum sint" (affinchè siano una cosa sola)
 
San Paolo, intercedi per noi.
 
Buon Anno 2016
Scritto da Federica   
 
Buon Natale 2015
Scritto da Federica   
 
 
 

 
Avvento 2015
Scritto da Federica   

 

 
Commemorazione della Grande Guerra, per promuovere la pace
Scritto da Federica   

 Commemorazione della Grande Guerra, per promuovere la pace


La sera del 24 maggio, alle ore 20.45 a Vittorio Veneto, presso l'aula magna del Seminario, la Diocesi organizza una serata culturale per commemorare - in un'ottica di promozione della pace - il centenario dell'entrata in guerra dell'Italia durante il Primo Conflitto Mondiale.

La serata, introdotta dal vescovo Corrado e dai responsabili dell'Ufficio diocesano per la Pastorale Sociale, prevede la lettura di alcuni testi dell'epoca a cura del Collettivo di Ricerca Teatrale, diretto da Carlo De Poi; i brani saranno alternati da alcuni canti eseguiti dal coro Cjara Stéla, diretto da Beppa Casarin.

 

 
Quaresima 2015 Messaggio di Papa Francesco
Scritto da Federica   
 

Rinfrancate i vostri cuori (Gc 5,8)

 

Cari fratelli e sorelle,

la Quaresima è un tempo di rinnovamento per la Chiesa, le comunità e i singoli fedeli. Soprattutto però è un “tempo di grazia” (2 Cor 6,2). Dio non ci chiede nulla che prima non ci abbia donato: “Noi amiamo perché egli ci ha amati per primo” (1 Gv 4,19). Lui non è indifferente a noi. Ognuno di noi gli sta a cuore, ci conosce per nome, ci cura e ci cerca quando lo lasciamo. Ciascuno di noi gli interessa; il suo amore gli impedisce di essere indifferente a quello che ci accade. Però succede che quando noi stiamo bene e ci sentiamo comodi, certamente ci dimentichiamo degli altri (cosa che Dio Padre non fa mai), non ci interessano i loro problemi, le loro sofferenze e le ingiustizie che subiscono… allora il nostro cuore cade nell’indifferenza: mentre io sto relativamente bene e comodo, mi dimentico di quelli che non stanno bene. Questa attitudine egoistica, di indifferenza, ha preso oggi una dimensione mondiale, a tal punto che possiamo parlare di una globalizzazione dell’indifferenza. Si tratta di un disagio che, come cristiani, dobbiamo affrontare.

Quando il popolo di Dio si converte al suo amore, trova le risposte a quelle domande che continuamente la storia gli pone. Una delle sfide più urgenti sulla quale voglio soffermarmi in questo Messaggio è quella della globalizzazione dell’indifferenza.

L’indifferenza verso il prossimo e verso Dio è una reale tentazione anche per noi cristiani. Abbiamo perciò bisogno di sentire in ogni Quaresima il grido dei profeti che alzano la voce e ci svegliano.

Dio non è indifferente al mondo, ma lo ama fino a dare il suo Figlio per la salvezza di ogni uomo. Nell’incarnazione, nella vita terrena, nella morte e risurrezione del Figlio di Dio, si apre definitivamente la porta tra Dio e uomo, tra cielo e terra. E la Chiesa è come la mano che tiene aperta questa porta mediante la proclamazione della Parola, la celebrazione dei Sacramenti, la testimonianza della fede che si rende efficace nella carità (cfr Gal 5,6). Tuttavia, il mondo tende a chiudersi in se stesso e a chiudere quella porta attraverso la quale Dio entra nel mondo e il mondo in Lui. Così la mano, che è la Chiesa, non deve mai sorprendersi se viene respinta, schiacciata e ferita.

Il popolo di Dio ha perciò bisogno di rinnovamento, per non diventare indifferente e per non chiudersi in se stesso. Vorrei proporvi tre passi da meditare per questo rinnovamento.

 

Papa Francesco

 
 
San Biagio 3 febbraio
Scritto da Federica   
 
 

Protettore della gola, dei laringoiatri e dei suonatori di strumenti a fiato.

 

Preghiera

 

Sempre sia lodato

il patrono che fu straziato.

Adoriamolo a tutte le ore

San Biagio protettore.

 

Proverbio

 

Quando arriva San Biagio, ti ghiaccia il naso.

 
Incontri di preghiera per le difficoltà delle famiglie
Scritto da Federica   
 

Incontri di preghiera per le difficoltà delle famiglie

 

Continua l'esperienza di preghiera, con e per le coppie e le famiglie in difficoltà o divise.

 

Ogni secondo venerdì del mese, fino a maggio, in contemporanea a San Giacomo di Veglia, presso la Chiesa del Monastero Cistercense, e Vidor, dalle suore Serve di Maria Riparatrici.

 

Questo quindi il calendario, sempre alle 20.30:

 

venerdì 10 ottobre 2014

venerdì 14 novembre

venerdì 12 dicembre

venerdì 9 gennaio 2015

venerdì 13 febbraio

venerdì 10 marzo

venerdì 14 aprile

venerdì 8 maggio

 
 
 
 
 
Ringraziamo tutti i nostri visitatori!
Scritto da Federica   
 
www.sangiacomoapostolo.it ha raggiunto oltre 516000 visitatori!
 
Un caloroso Grazie a tutti voi che ci seguite con affetto!
 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 13 di 69
Template
Template Template Template
 

StazioneMeteo in diretta


SANTA SEDE

Chi è online

Template Template